granita siciliana

Cercando la vera granita siciliana a Capo d’Orlando

#estatica

Capo d’Orlando, Sicilia, spiagge lunghe chilometri, acqua più trasparente della minerale, caldo da forno statico e una soluzione a tutti i tuoi mali: la granita.

Prima di mangiarla lì, nè Pier nè Simone conoscevano il sapore di una vera granita siciliana.

Pier ne aveva un ricordo terrificante: la gelateria del signor Nando, a Bologna, che da bambino gli serviva quella che più che altro potremmo definire una grattachecca (fatta male). Ingredienti: ghiaccio, sciroppo di frutta gelatinoso, bicchierone di plastica colorato e tanta, tanta antipatia.

Simone, in qualità di gelataio, in realtà conosceva il metodo tradizionale di preparazione della granita siciliana: frutta, acqua e zucchero processati dalle stesse macchine del gelato, ma in proporzioni differenti. Tuttavia, non avendola mai assaggiata in Sicilia, non aveva un vero e proprio termine di paragone.

Pier gli aveva sempre raccontato di questo bar un po’ pittoresco, ma decisamente simpatico, a Capo d’Orlando, dove dopo vent’anni si era ricreduto sulla granita. In una giornata rovente, ne aveva ordinate almeno due, alternando badilate di granita a grossi morsi di brioche col tuppo.

Capo d'Orlando Sicilia
L’acqua cristallina di Capo d’Orlando

La vera granita siciliana: primo tentativo fallito

Quando Simone andò a trovarlo, si fece promettere che avrebbe dovuto provare tutte le specialità siciliane possibili, tra cui, ovviamente, un’autentica granita. Arrivati a Capo d’Orlando per ora di pranzo, Pier sa che la soluzione alla sete e alla fame in Sicilia è una sola: la granita.

Accompagnati da alcuni locals, partirono in spedizione per una delle pasticcerie più rinomate della zona, mettendo da parte il famoso baretto. Sulla brioche nulla da dire, ma la granita lasciò Simone un po’ perplesso, soprattutto perché le sue aspettative erano molto alte. Aveva forse sbagliato ad ordinare quella al limone? Con la coda tra le gambe e tanto disappunto, tornarono in spiaggia aspettando la caldana successiva.

vacanze in Sicilia
Pier, Simone e i locals!

La vera granita siciliana: secondo tentativo in estasi

Alle 5 del pomeriggio, la voglia di uno spuntino e soprattutto quella di una rivalsa, portarono Pier e Simone verso La Cambusa. Sul menù, più di 30 gusti diversi, frutta e frutta secca di stagione rigorosamente siciliane, tutta di altissima qualità.

Qui, infatti, Pier ricordò di aver provato quella ai frutti esotici che, appunto, si trovano anche in Sicilia, ma soprattutto quella ai fichi che, più che a una granita, somigliava ad uno zabaione per quanto fosse cremosa.

Lo snack si trasformò in una sorta di degustazione: granita alla mandorla, granita ai gelsi neri, al fico d’india, al pompelmo rosa, tutte accompagnate da panna e brioche. Un’altra dimensione del gusto, un retrogusto infinitamente fresco, infinitamente dolce, che spazzò via in un secondo tutti i brutti ricordi legati a questa invenzione fantastica.

Un’oasi nel deserto che non capisci fino in fondo finchè non la provi e non la trovi nel posto giusto, a Capo d’Orlando.

granita siciliana
Eccola! La granita ai gelsi neri de La Cambusa di Capo d’Orlando! Fame, eh?

Ti è piaciuto questo articolo?

Lasciaci un commento e seguici sui nostri social!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.