L’infuso per chi non beve infusi è da Stregate Bologna

#indispensabile

Credevo di non essere un tipo da tè e tisane, finché non sono stato da Stregate a Bologna.

Non le disdegnavo per presunta virilità, ma più semplicemente per abitudine: da grande amante del caffè, specie se in visita a qualche amico, non avrei mai preferito una tazza di tè o infuso ad un espresso.

Un pomeriggio d’inverno, tuttavia, mi ritrovo a casa di Lucia, mia ex collega e ormai cara amica. Sopraggiunge il classico momento: “vuoi qualcosa di caldo da bere? Un tè, una tisana? Ne ho tantissime!”

Mi lascio convincere.

Lucia mi offre una tazza colma di un liquido rosa intenso. L’odore che emana è quello…di una Big Babol. Meno disgustosa, certo, della gomma da masticare della nostra adolescenza, ma altrettanto dolce. Dolce nel sentore, perché non ha ancora aggiunto dello zucchero e non ci sarà bisogno di farlo.

“Cos’è?” le chiedo.
“Aspetta che ci guardo…si chiama Mappa dei sogni, è un infuso a base di mela, arancia, cannella, anice stellato, foglie di mirtillo, fiori di tiglio, mandorla, carota, ibisco, cranberry, melograno e rosa!”

“Altro?” mi verrebbe da aggiungere, da vero bolognese.

Insomma, una lista infinita di ingredienti che non si spiega bene come possano dare dipendenza, ma questo è ciò che è accaduto all’uomo che non aveva mai accettato un infuso o una tisana prima di allora.

mappa dei sogni infuso stregate bologna

La mia prima visita da Stregate Bologna


Va sempre peggio, perché decido di recarmi nel posto dove l’intruglio magico viene prodotto: Stregate, il tea shop più famoso di Bologna.

Appena entro in questo piccolo laboratorio stracolmo di contenitori in latta, tazze, infusori e dolciumi riconosco subito l’odore, quello di Mappa dei sogni. Mi rivolgo per la prima volta alla ragazza che mi avrebbe aiutato a fare rifornimento almeno due volte l’anno e spendo 70 euro tornando a casa con chili di foglie e spezie che avrebbero modificato per sempre le mie abitudini stagionali.

Ad oggi un lato della mia dispensa assomiglia a quello di Lucia: ho più di 10 tipi di tè neri, verdi, bianchi, oolong ed infusi di frutta e tisane tutti acquistati da Stregate a Bologna – un posto che in questi giorni, sotto Natale, viene preso letteralmente d’assalto!

Da amante del caffè ad infuso dipendente


Mappa dei sogni va oltre la coccola natalizia che potreste scegliere come regalo, perché pur avendo acquistato quasi tutto il catalogo, quando a sera, prima di andare a letto, verso l’acqua nel bollitore e scelgo cosa mettere nel filtro, la scelta cade sempre lì.

Pur non avendo alcun ingrediente specifico che aiuti a conciliare il sonno, capisco l’origine della sua etimologia: niente come questa tazza di infuso rosaceo dall’odore dolce mi fa dormire sonni tranquilli.

Quindi…un solo aggettivo con cui descriverlo? #indispensabile!

Immagine predefinita
Simone Franco

Fondatore e autore,
#ex schizzinoso

Articoli: 23

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. Che meraviglia!!! Da amante del caffè e delle tisane, leggendo questo bellissimo articolo dico subito viva gli infusi, i te e le tisane profumate e grazie per l’assist … tutti da @stregate ❤️🤩🔝